UFFICIO STAMPA CIP SARDEGNA
$fileDescription

IL PRESIDENTE CRISTINA SANNA FA IL TIFO PER ALEX ZANARDI

Anche nell’isola il movimento paralimpico è in costante apprensione per le condizioni critiche in cui versa l’atleta Alex Zanardi autentico emblema di un movimento che a lui deve un notevole aumento di immagine. La notizia si diffuse immediatamente tra lo staff del CIP Sardegna e il presidente Cristina Sanna ricevette numerosi messaggi di incredulità e dispiacere per quanto accaduto, soprattutto perché nel bel mezzo di un’iniziativa bellissima come la staffetta... Altro...

UFFICIO STAMPA CIP SARDEGNA
$fileDescription

RITORNA IL PARALIMPISMO NELL'ISOLA GRAZIE ALL'ASD VELIAMOCI E L'HANSA 303

Un evento che segna la rinascita dell’iniziativa paralimpica sarda dopo mesi di apprensioni e speranze. Per tre giorni la spiaggia oristanese di Torregrande ospiterà il Vela Day, evento promozionale targato FIV (Federazione Italiana Vela) che annovera anche uno spazio importante dedicato agli atleti con disabilità grazie alla famigerata imbarcazione Hansa 303, bella, intrigante, patrimonio dell’inclusività, in quanto accessibile a tutti. Sarà adagiata sul simulatore... Altro...

UFFICIO STAMPA CIP SARDEGNA
$fileDescription

PROFICUA RIUNIONE DEL CONSIGLIO VIA WEB

Serenamente allineati sulla piattaforma Zoom pronti a scongiurare il peggio e ad affermare la valenza indispensabile dello sport paralimpico. La presidente del CIP Sardegna Cristina Sanna saggia l’umore di consiglieri, rappresentanti di federazioni e discipline sportive associate, organizzando una riunione di Consiglio Regionale telematica. Protrattasi per oltre due ore è servita a far emergere i reali problemi che il blocco pandemico sta causando a dirigenti e praticanti. Alla fine... Altro...

UFFICIO STAMPA CIP SARDEGNA
$fileDescription

AGITAMUS: QUANDO ANCHE I DOCENTI DANZANO AL BUIO, CONFUSI TRA GLI ALUNNI

In queste settimane li vediamo intenti ad impartire lezioni e compiti attraverso le più sofisticate piattaforme telematiche. Di certo anche maestre, professori, professoresse e maestri non vedono l’ora di tornare tra i banchi di scuola e vivere la tradizionale programmazione scolastica a contatto diretto con gli studenti. E quando il progetto Agitamus imperversava tra le classi dislocate in tante plaghe dell’isola il corpo docente “invischiato” non si è sottratto... Altro...