Sailing for all, Vela per tutti

Grazie al sostegno di Fondazione Vodafone Italia e Huawei Italia, prende il via “Sailing for All”, uno degli 11 progetti nazionali vincitori della “Call for Ideas” indetta da Fondazione Vodafone. 

“Sailing for All”, presentato da Spazio Vita Niguarda Cooperativa Sociale Onlus, AUS Niguarda ONLUS e Sailability ONLUS, si pone l’obiettivo di offrire alle persone con disabilità motoria interessate al mondo della vela la straordinaria possibilità di conoscere l’ebbrezza di veleggiare in completa autonomia.

Giovedi 30 Novembre a Milano presso il Centro Spazio Vita Niguarda si terrà l'evento di lancio del progetto, tutti i dettagli qui: https://ognisportoltre.it/contenuti/presentazione-progetto-sailing-for-all.action

Il progetto è stato concepito grazie alla collaborazione con l’azienda AHEAD Technology che ha recentemente brevettato un sistema di servocomandi che permette alle persone con ridotta capacità motoria ai quattro arti di gestire tutti i comandi con un semplice joystick. Scoprite di più sul funzionamento di Free3 guardando questo video:

https://youtu.be/h0XgqXXgHqQ

Inoltre è già in fase di sviluppo avanzato la versione a comando vocale che consentirà anche alle persone completamente paralizzate di condurre in autonomia un'intera imbarcazione.

Il progetto, nato dalle competenze di Marco Rossato, Presidente Sailability Onlus e Segretario Generale dell’Associazione Italiana Classe HANSA che promuove lo sport della vela agonistica per tutti, Francesco Mondini, Responsabile Attività Sportive per Spazio Vita e AUS Niguarda ONLUS, e di AHEAD Technology coinvolge 18 circoli velici distribuiti sul territorio italiano (Friuli, Veneto, Trentino, Lombardia, Liguria, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) e prevede:

-la formazione dei tecnici sportivi dei circoli sull’utilizzo del servocomando e sulla gestione delle persone disabili (primo weekend di formazione per i circoli del centro nordi Italia: il 25 e 26 Novembre a Desenzano del Garda);

-la fornitura gratuita ai circoli di 30 kit per l’allestimento di altrettante imbarcazioni HANSA;

-il supporto continuato e l’assistenza per eventuali problematiche;

-la promozione dell’iniziativa presso i centri ospedalieri, gli istituti di riabilitazione e le associazioni per persone con disabilità presenti nelle regioni coinvolte;

-l’avvio di corsi specifici e giornate di prova gratuita;

-una regata finale, che sarà inserita nel campionato italiano classe HANSA, durante la quale le persone con disabilità potranno gareggiare come tutti gli altri velisti.

La scelta dell’imbarcazione è ricaduta sull’HANSA 303, biposto particolarmente sicura, riconosciuta dalla Federazione Vela Nazionale e diventata Classe Paralimpica nel 2016 .

Qui sul sito della Classe Hansa Italiana tutte le info:

http://www.hansaclass.it/

Per garantire maggiore sicurezza il progetto ha previsto anche la possibilità di dotare i circoli di comandi da remoto che, in caso di necessità, permettono la presa in carico e la gestione della barca da parte di un istruttore che segue la stessa su un altro natante.