Quanto entusiasmo a Corridonia per Obiettivo3!

14 mag 2019, 12:21

Un mare di affetto e un arrivederci al più presto. Il primo evento di reclutamento svolto al centro-sud Italia è stato un successo per Obiettivo3. La città di Corridonia, che ha ospitato la tappa italiana della coppa del mondo di paraciclismo, ha accolto con grande passione ed entusiasmo Alex Zanardi, i suoi atleti e tutto lo staff. Nei due giorni in cui è stato allestito lo stand, centinaia di persone hanno affollato piazza Corridoni per conoscere meglio Obiettivo3, dare il proprio sostegno e soprattutto riuscire a strappare un autografo o un selfie a Zanardi. Un entusiasmo che ha contagiato tutto il team, pronto a tuffarsi con grande energia verso i mesi decisivi della stagione. Positiva anche la risposta per quel che riguarda il reclutamento di nuovi potenziali atleti. I coach di Obiettivo3 hanno raccolto nuove candidature a Corridonia e nei prossimi giorni valuteranno con attenzione i profili di tutte le persone che hanno testato l’handbike e si sono confrontate con lo staff. Con la voglia di potenziare sempre di più una squadra che sta regalando, settimana dopo settimana, grandi soddisfazioni.  

Le medaglie. Anche per quel che riguarda i risultati in gara a Corridonia, infatti, Obiettivo3 può dirsi più che orgoglioso. Strepitosa Ana Vitelaru, che nella categoria H5 ha firmato un’altra doppietta (oro a cronometro e in linea) confermandosi ai vertici del ranking mondiale. Due argenti, invece, per il campione del mondo in carica della categoria H1, Fabrizio Cornegliani. Positivo anche il debutto ad alti livelli per Manolo Simeoni, mentre ormai non smette più di stupire Alex Zanardi. Il fondatore di Obiettivo3 ha aggiunto un'altra medaglia d’oro alla sua interminabile collezione, arrivando davanti a tutti nella gara a cronometro. E adesso testa ai prossimi campionati italiani di paraciclismo, in programma il 22 e 23 giugno a Bassano del Grappa e Marostica.

Cos’è Obiettivo3. Obiettivo 3 è un progetto che mira a reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone disabili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva. Come dice il nome stesso del progetto, l’obiettivo finale, o meglio la sua ambizione, è quella di andare oltre l’avviamento allo sport di quante più persone possibile, per individuarne almeno tre capaci di crescere fino a centrare la qualificazione ai prossimi Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. I Giochi rappresentano una vetrina unica al mondo, un’occasione importantissima per dimostrare che la disabilità è una caratteristica e non un limite. Nei suoi primi 2 anni di attività Obiettivo3 ha reclutato più di 40 di atleti, che hanno già partecipato a decine di manifestazioni nazionali e internazionali, raggiungendo risultati notevoli: da svariate medaglie ai mondiali di ciclismo e agli europei di atletica, alla vittoria dei campionati italiani, passando per alcuni record centrati nell’atletica leggera. Tutto questo è reso possibile grazie ad aziende e persone che hanno sposato la causa del progetto, in primis Fondazione Vodafone Italia, main partner dell’iniziativa. Quindi gli sponsor: Bmw Italia, Castelli Sportful, Cetilar®, Consorzio per la tutela del formaggio Grana Padano, Enervit, Garmin, Kask, Rio Mare. Tra i sostenitori principali la piattaforma Rete del Dono, Allianz Partners, Venice Marathon e Brunello Bike - Ciacci Piccolomini d’Aragona.