Redazione
09 set 2017, 16:52

Pesi, sei azzurri in ritiro prima del Mondiale di Città del Messico

E’ iniziato il conto alla rovescia per il Mondiale Paralimpico di Sollevamento Pesi che si terrà dal 29 settembre al 6 ottobre a Città del Messico e l’Italia sta facendo la sue ultime rifiniture durante il ritiro in corso a Suzzara (MN). Sono ben 6 gli atleti azzurri che prenderanno parte alla competizione mondiale: dopo quella centrata da Martina Barbierato, Matteo Cattini e Ludovico Forte nel corso della World Cup di Dubai, a Eger è arrivata la qualificazione anche per Donato Telesca, Paolo Agosti e Alessio Manca.

DT BORASCHI “Siamo molto soddisfatti del lavoro che stanno svolgendo i ragazzi – spiega il Direttore Tecnico Nazionale delle Attività Paralimpiche Sandro Boraschi, coadiuvato in questa avventura da Filippo Piegari e da Micaela Comini – avendoli sotto controllo h24 per dieci giorni, possiamo studiarli bene e i risultati si vedono. Hanno degli step di miglioramento incredibili e poi, allenandosi insieme due volte al giorno, condividendo ogni tipo di esperienza, crescono molto anche come gruppo e i vantaggi si sentono in ogni aspetto della loro prestazione. Purtroppo la vita del pesista paralimpico non è facile, perché deve coniugare il lavoro con l’attività in palestra e se anche le strutture chiudono, come è successo nel mese di agosto alla maggior parte di loro, è ancora più difficile. Per questo abbiamo deciso di far coincidere il periodo di scarico con il Ferragosto, proprio con la chiusura delle palestre, e da dieci giorni abbiamo ripreso più grintosi che mai. Non voglio anticipare nulla ma i ragazzi stanno spingendo parecchio e stanno facendo bene. Noi i risultati li misuriamo in kg e i numeri parlano chiaro. Abbiamo avuto qualche problema fisico per Telesca, ma siamo in via di risoluzione: il suo corpo si sta abituando alla nuova panca, che siamo riusciti a far arrivare nella sua palestra di allenamento. Stiamo lavorando molto sull’adattamento del gesto tecnico alla nuova attrezzatura, ma ormai mancano le ultime rifiniture. Terminato il ritiro avremo ancora pochi giorni di preparazione, poi gli ultimi test a Roma prima della partenza. Sono fiducioso, credo in questi ragazzi”.