Pesi, doppio record del mondo per Donato Telesca

Telesca.jpg
squadra.jpg
11 feb 2019, 08:49

Donato Telesca mette la doppia firma sul nuovo record del Mondo juniores di parapowerlifting, L’azzurro, impegnato nella categoria 72 kg nella Coppa del Mondo Paralimpica di Dubai (Fazza World Cup), è protagonista di una prova da incorniciare: prima un’alzata di “sicurezza” a 159 kg, che a dicembre 2017 gli valsero l’oro mondiale, poi una seconda a 162 (nuovo record Europeo). Con la terza arrivano i 167 kg (nuovo record del Mondo) che gli consentono di superare i 166 kg dell’atleta malese Bonnie Bunyau Gustin che ad aprile aveva segnato il nuovo primato; con 3 prove valide su 3, all'azzurro di Pietragalla è consentito fare un quarto tentativo che va a buon fine e che gli consente di alzare ulteriormente l’asticella. Donato riesce infatti a sollevare 170 kg, che gli consegnano la medaglia d’oro paralimpica e il nuovo record del Mondo!

“Donato è stato l’ultimo dei nostri a salire in pedana – dice il DT Sandro Boraschi – e ha sentito il dovere di dare il massimo visto che tutti i suoi compagni di squadra hanno fatto bellissime prestazioni. L’adrenalina gli ha fatto bene: con la prima alzata ha rotto il ghiaccio, con la seconda abbiamo piazzato il Record Europeo, con la terza il Record del Mondo e con la quarta, con una carica a mille, abbiamo ulteriormente migliorato il Record. Gara perfetta”.

 

Un bilancio più che positivo di questa Coppa del Mondo, prima uscita dell’anno per la squadra di Sandro Boraschi. Venerdì l’esordio è toccato a Giampero Lombardo; l’azzurro, impegnato nella categoria 49 kg, chiude la sua competizione con 3 prove valide su 3, con una progressione di 69, 71 e 75 kg! Migliora di 7 kg dall'ultima competizione internazionale e di 4 dagli Assoluti di novembre. Dopo di lui Raffaele Marmorale e Paolo Agosti, in gara nella categoria 54 kg. Ottava piazza per il primo, con 92 kg sollevati in 2° prova mentre Paolo Agosti chiude sesto con 115 kg, arrivati in 3° prova, che gli consentono di entrare nel ranking per Tokyo 2020.

Sabato è stata la volta di Ludovico Forte e Giuseppe Colantuoni, impegnati nella categoria 65 kg; il primo ha sollevato 140 kg, 3 chili in più rispetto al massimale, mentre Peppe Colantuoni ha tirato su 127, ben 6 chili in più rispetto al massimale. Per loro rispettivamente il 5° e un 6° posto in classifica finale.

Chiusura col botto questa mattina quando sono saliti in pedana Donato Telesca e, prima di lui nel Gruppo B della categoria 72 kg, il Capitano, Matteo Cattini. Una gara eccezionale anche per l’azzurro di Suzzara che inanella 3 prove valide su 3; per lui 147, 154 e 160, un risultato che migliora di ben 14 kg rispetto al suo miglior risultato assoluto precedente. Quinta piazza nel totale per Donato Telesca e settima per Matteo Cattini.

“La gara di Capitan Teo – dice ancora il DT Boraschi, supportato dai tecnici Filippo Piegari, Antonio Di Rubbo e Orlando Volpe Maruggi e dal Direttore Sportivo delle attività paralimpiche Salvatore Primo - dimostra che i nostri sforzi stanno portando a dei risultati concreti; da quando è in collegiale al CPO di Roma infatti è riuscito a regolarizzare i suoi allenamenti e gli effetti si sono visti oggi in pedana. Per quanto riguarda poi complessivamente la trasferta direi che è stata perfetta: tutti i ragazzi si sono migliorati ed era quello che ci interessava. Hanno fatto ottime prestazioni caricandosi a vicenda; ora guardiamo al prossimo appuntamento, la Coppa del Mondo di Eger di aprile”.

 

 http://www.pesistica.org/public/file_manager/archivio/fipe/2019/video-1549812271.mp4