Redazione
10 feb 2018, 11:00

Pararowing, 8+ Open Mind da sabato 10 in Portogallo

Sabato 10 e domenica 11 febbraio, a Viana do Castelo (Portogallo), il team 8+ Open Mind della Società Canottieri Armida (foto di Mauro Ujetto) sarà alla 5ª regata internazionale Centro de Mar. E’ il primo impegno dell'anno per il settore pararowing della Società Canottieri Armida: dopo un 2017 da protagonisti con la partecipazione a tre tappe della Capital Cup, il Team 8+ Open Mind tornerà a solcare acque internazionali nella cittadina a nord di Oporto. La regata, che si svolgerà in prossimità dell'estuario del Fiume Limia sull'Oceano Atlantico, vedrà la presenza di diciannove società provenienti da tutto il Portogallo e tutta Europa.

LA SQUADRA Il team 8+ Open Mind è il primo equipaggio interamente composto da persone con disabilità intellettivo/relazionale ad aver partecipato, in assoluto, a gare di livello internazionale sfidando atleti normodotati. In Portogallo la squadra sarà formata da Andrea Appendino, Matteo Bianchi, Matteo Bongiovanni, Francesco Faiella, Umberto Giacone, Giovanni Rastrelli, Lorenzo Sforza e Manuel Vaccaro accompagnati dallo staff tecnico composto da Luca Audi, Filippo Cardellino e Taian Martins.

IL PROGRAMMA I ragazzi saranno impegnati in due specialità assolute: sabato 10 nella gara Sprint (400 metri) e domenica n10 nella gara di Fondo (6500 metri). Il team 8+ Open Mind è stato creato nel 2015 dopo quindici anni di lavoro nel pararowing, in cui la Società Canottieri Armida è all'avanguardia, sia a livello nazionale che internazionale, soprattutto grazie alla volontà del Presidente Gian Luigi Favero e al lavoro del tecnico Cristina Ansaldi e del suo staff. La partecipazione del Team a importanti manifestazioni internazionali come questa, oltre ad accrescere l'autonomia dei suoi interpreti, rappresenta un'ottima occasione di promozione in vista del pieno riconoscimento degli atleti con disabilità intellettivo/relazionale nel panorama sportivo paralimpico e non.