Para Archery Cup: Italia prima nel medagliere

Redazione
07026 Olbia OT, Italia
12 giu 2018, 08:03

 

L'Italia conclude la seconda edizione della Para-Archery European Cup di Olbia prima nel medagliere con 10 podi: 2 ori, 5 argenti e 3 bronzi, seguita dalla Russia (2 ori, 4 argenti e 2 bronzi) e dalla Gran Bretagna (1 oro, 1 argento e 2 bronzi). Dopo gli 8 podi a squadre di ieri, al termine delle finali individuali che hanno chiuso la manifestazione, arrivano 4 medaglie individuali: nell'olimpico Stefano Travisani vince l'oro ed Elisabetta Mijno l'argento, nel compound è argento Alberto Simonelli e nel W1 anche per Daniele Cassiani c'è l'argento. Conclude invece al 4° posto la giovanissima Asia Pellizzari. 

 

 




TRAVISANI D’ORO – Stefano Travisani vince l’oro nell’arco olimpico maschile. La finale contro Ireneusz Kapusta (POL) è lunga è dura, l’azzurro va sotto nel primo set (27-24) ma poi ribalta la sfida nei successivi due, conclusi 25-21 e 26-25. Il polacco rimane agganciato al match con il successo 26-24 della quarta tornata di frecce ma deve cedere a Travisani che nell’ultima volée vince 24-21 e si porta a casa l’oro con il risultato finale 6-4.

MIJNO SECONDA – Finale sfortunata nell’arco olimpico femminile per Elisabetta Mijno sconfitta 6-4 dalla russa Svetlana Barantseva. L’azzurra si porta subito in vantaggio con il 25-24 del primo set ma subito dopo arriva il pareggio con il 25-22 dell’avversaria. Lo spartito della gara non cambia nella successive sei frecce: Mijno avanti 27-24 e Barantseva a trovare il pari 25-26. Si arriva all’ultimo set che viene vinto dall’atleta russa 25-22.

SIMONELLI ARGENTO ALLO SHOOT OFF – Alberto Simonelli conquista l’argento compound ad Olbia al termine di una finale da brividi contro l’australiano Jontahon Milne. Gara tutta in rimonta per l’azzurro che va sotto nel primo e nel terzo parziale (30-29, 29-28), limiti i danni nel secondo e nel quarto (30-30, 27-27) e si scatena nell’ultimo (28-26) dove recupera due punti e manda la sfida allo shoot off sul risultato di 142-142. La freccia di spareggio premia l’australiano che centra la X mentre Simonelli scocca il suo tiro sul 10.

CASSIANI D’ARGENTO – Si ferma in finale la corsa, fino a qui perfetta, di Daniele Cassiani nel W1 maschile. A vincere la finale per l’oro è il ceco David Drahoninsky per 139-122. L’azzurro non riesce a tenere il ritmo dell’avversario che si prende tutte le volée con i parziali di 27-26, 29-25, 28-25, 28-22 e 27-24.
 
PELLIZZARI QUARTA
 – Finale sfortunata, quella per il bronzo W1 femminile, per Asia Pellizzari. L’atleta della Nazionale perde il match con la spagnola Liliana Oliveros 122-118, dopo i primi due set a favore dell’iberica 24-23 e 28-24, l’azzurra rimonta nel terzo parziale (27-22)  e opera il sorpasso nel quarto 23-21. Oliveros però non ci sta e vince l’ultima volée 27-21 e conquistando così il bronzo. 

LE FINALI AZZURRE - Di seguito i risultati e il programma delle finali azzurre individuali

Finale per il bronzo individuale femminile W1 ASIA PELLIZZARI-LILIANA OLIVEIROS (ESP) 118-122
Finale per l’oro individuale maschile W1 DANIELE CASSIANI-DAVID DRAHONINSKY (CZE) 122-139
Finale per l'oro individuale maschile Compound ALBERTO SIMONELLI-JONATHON MILNE (AUS) 142-142 (10-X)
Finale per l’oro individuale femminile Arco Olimpico ELISABETTA MIJNO-SVETLANA BARANTSEVA (RUS) 4-6
Finale per l'oro individuale maschile Arco Olimpico STEFANO TRAVISANI-IRENEUSZ KAPUSTA (POL) 6-4