Nuoto,  vertiginosa scalata tricolore della dottoressa Giulia Terzi

11 lug 2018, 08:21

 

 

Due ori: nei 50 sl, di classe e assoluto. Un argento nei 100 di classe e uno nei 100 dorso di classe. E un bronzo nei 100 dorso assoluto. Dietro ai - talvolta freddi - numeri, si nasconde la vertiginosa scalata tricolore di Giulia Terzi della Sporting Lodi Paralympic. “L’ho presa e da zero l’ho fatta diventare una campionessa. E’ venuta da me a marzo, si è allenata tutti i giorni fino ad arrivare a questi livelli: fenomenale” dice il suo tecnico Giuseppe Bignotti.  “E pensare - aggiunge - che non è una nuotatrice ma un’ex atleta di ginnastica artistica”.

La 22enne è lo sport ce l’ha dentro. E pure il dna da vincente, come ha dimostrato anche a Palermo, al 41° campionato italiano di nuoto.

Una sempre a tutta: da poco ha iniziato il percorso per la seconda laurea. La prima, in Scienze Politiche, l’ha già portata casa.