Redazione
07 ago 2017, 13:59

Mondiali Giovanili atletica paralimpica - Anche i piccoli arrivano a quota 10 medaglie

L'Italia continua a conquistare medaglie a Notwill e i "piccoli" ma grandi atleti centrano la doppia cifra di podi, così come era successo anche ai Mondiali senior di atletica paralimpica di Londra. Ecco un riassunto di quanto successo a Notwill negli ultimi giorni. Ultimi giorni che sono un vero e proprio trampolino di lancio per il futuro. Il futuro è già qui. 

L’Italia Junior come l’Italia Senior di Londra: i nove Azzurrini concludono l’avventura dei Mondiali paralimpici giovanili di Atletica con 10 medaglie1 oro, 4 argenti, 5 bronzi.

Nell’ultima giornata di gare di Nottwil mancava ancora l’oro all’appello e l’onore è toccato a Bianca Marini che si regala il metallo più prezioso negli 800 femminili a categorie accorpate T35-38 insieme ad un sorprendente record del mondo assoluto T35 di 3:47.10 (1100.713). La sua avversaria diretta T37, l’islandese Osk Adalsteinsdottir, totalizza invece 829.314.
L’impresa della mezzofondista marchigiana ha il sapore ancora più dolce quando Raffaele Di Maggio riesce a strappare il secondo posto nei 400 T20, categoria riservata ad atleti con disabilità intellettiva relazionale. Il suo tempo d’argento è di 51.73 davanti al britannico Ethan Kirby (53.62), bronzo. Vince la gara il brasiliano Gustavo De Oliveira (51.31), mentre l’altro Azzurro Mario Bertolaso conclude in quinta posizione (55.66).
L’ultima soddisfazione per il tricolore arriva dalla pedana del lungo T11-13. Una strepitosa Margherita Paciolla si porta a casa un argento, la terza medaglia iridata della sua collezione dopo i due bronzi ottenuti nei 100 e 200. Il suo salto migliore è di 4,15, 5 centimetri in più della terza classificata, la spagnola Alba Garcia. Il primo posto è invece blindato dalla connazionale Maria Garcia, 4,31 per lei.

I Mondiali di Nottwil e i risultati degli Azzurrini gettano le basi per uno sviluppo decisamente positivo dell’Atletica paralimpica nazionale, come sostiene il responsabile tecnico del settore giovanile Stefano Ciallella: “È un ottimo gruppo su cui poter lavorare che ci darà sicuramente altre bellissime soddisfazioni in futuro. I nostri atleti si sono misurati ad armi pari con il resto del mondo e non hanno affatto sfigurato con le dieci medaglie conquistate, i piazzamenti importanti e le prestazioni degne di nota. L’affiatamento ed il senso di squadra che si è creato tra i ragazzi, tecnici e dirigenti qui al Mondiale sono stati eccezionali ed il sostegno costante dei Senior si è fatto sempre sentire”. 
Stessa valutazione entusiasta arriva dal Presidente della FISPES Sandrino Porru: “Una squadra stupenda che ha fatto la differenza ed è questa la medaglia più importante. Questi giovani hanno saputo replicare il significativo numero di medaglie conquistate dalla Nazionale Senior a Londra che, per quanto di metallo diverso, fa ben sperare per il futuro. Sono orgoglioso che quasi tutti i ragazzi siano saliti sul podio, ma ancor più vedere la loro serietà nel vivere questa esperienza con gioia e divertimento, nei modi e nei momenti giusti. Questo gruppo è stato anche capace di integrare con naturalezza i compagni con disabilità intellettiva relazionale, che da quest’anno iniziano un nuovo percorso in FISPES e che sono andati a medaglia grazie al buon lavoro degli amici FISDIR. Abbiamo saputo lavorare bene con seria professionalità e, per tutto ciò, non posso che ringraziare l’intero staff tecnico e sanitario nazionale, le società, i loro tecnici, il Consiglio Federale, il settore amministrativo federale con il suo Segretario e tutti coloro che dietro le quinte hanno contribuito a questo grande risultato, in modo particolare le famiglie dei ragazzi. Infine un grande immenso grazie a questi fantastici atleti che ci hanno davvero emozionato e fatto andare Oltremodoltre”.

Medagliere Italia a Nottwil 2017

Oro (1)
Under 18: Bianca Marini negli 800 T35-38 

Argento (4)
Under 18: Riccardo Bagaini nei 200 T42-47, Carlotta Bertoli nei 100 T11-13, Raffaele Di Maggio nei 400 T20, Margherita Paciolla nel lungo T11-13

Bronzo (5)
Under 18: Riccardo Bagaini nei 100 e nei 400 T42-47, Margherita Paciolla nei 100 e 200 T11-13, Mattia Cardia nei 100 T11-13