Redazione
08 nov 2017, 13:21

Mondiali di scherma a Roma, prima medaglia con l’argento di Betti nel fioretto

Iniziano subito alla grande i Campionati del Mondo di scherma paralimpica Roma2017. Sulle pedane dell'Hilton Rome Airport Hotel di Roma Fiumicino arriva già la certezza della prima medaglia per l'Italia. Oggi è in gara Bebe Vio.

ARGENTO La porta in dote Matteo Betti che è conquista l'argento nella gara di fioretto maschile categoria A. C'è tanto rammarico nelle parole a caldo del fiorettista azzurro che si laurea vicecampione del Mondo dopo aver subìto la stoccata del 15-14 dall'ungherese Richard Osvath, capace di rimontare dal punteggio di 14-12 con cui Betti conduceva la fase finale dell'assalto. "Peccato perché ci tenevo a vincere qui in Italia - ha detto l'azzurro -. Una medaglia era l'obiettivo minimo e l'argento non è di certo da buttare via. Non posso però celare un pò di rammarico per avere sfiorato il successo. Adesso testa bassa e concentrazione altissima per la gara di spada maschile e soprattutto per le prove a squadre". Matteo Betti, già bronzo ai Giochi Paralimpici di Londra2012 nella spada, dopo la fase a gironi che ha concluso con un percorso "netto", ha esordito nel tabellone ad eliminazione diretta avendo la meglio sul brasiliano Alex Sandro Souza per 15-1. A seguire ha avuto ragione dell'ucraino Andrii Demchuk per 15-14 e del polacco Dariusz Pender ai quarti col punteggio di 15-12. In semifinale l'azzurro ha poi avuto nettamente ragione, col punteggio di 15-11, del russo Nikita Nagaev.

GLI ALTRI RISULTATI Si è fermato ai piedi del podio invece l'altro azzurro Emanuele Lambertini. L'atleta emiliano, dopo aver sconfitto lo svedese Jakob Runold per 15-2 ed il polacco Rafal Ziomek per 15-6, è stato eliminato ai quarti dal magiaro Richard Osvath con il punteggio di 15-7. Stop invece nel turno dei 16 per Matteo Dei Rossi, il quale dopo aver superato nel primo match l'ungherese Gyula Mato per 15-12, è stato sconfitto 15-6 dal numero 1 del tabellone, il russo Roman Fedyaev. Esce sconfitto ai quarti di finale anche Marco Cima nella gara di fioretto maschile, categoria B. Il fiorettista di Vetralla si ferma ai piedi del podio perchè sconfitto 15-11 dall'ucraino Anton Datsko, nell'assalto che sarebbe valso l'accesso in semifinale e quindi la certezza di una medaglia. L'azzurro aveva esordito nel tabellone principale superando il russo Alexander Kuzyukov per 15-6. Stop nel turno dei 16 per Gabriele Leopizzi che, dopo aver sconfitto lo statunitense Joey Brinson per 15-12, è stato eliminato per mano del britannico Dimitri Coutya col punteggio di 15-5.
Era stato eliminato invece dopo la fase a gironi Gianmarco Paolucci. Nella sciabola femminile, categoria B, la migliore delle azzurre è staa Matilde Spreafico, che ha concluso agli ottavi la sua gara, dopo la sconfitta per 15-2 sull'ucraina Nadiia Doloh. Erano uscite di scena dopo la fase a gironi sia Marta Nocent che Rossana Pasquino. Azzurre lontane dal podio anche nella spada femminile, categoria A dove Liliana Tolu, Sofia Brunati e Sara Bortoletto concludono la loro gara dopo la fase a gironi.