Lotti: “Special Olympics restituisce allo sport la sua dimensione del Gioco”

09 feb 2018, 10:57


Grazie perché oggi avete riportato lo sport a una dimensione importante: quella del gioco che genera rispetto, inclusione e dignità per ogni persona.” si è espresso così il Ministro per lo sport Luca Lotti oggi presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri a Largo Chigi, in occasione della conferenza stampa di presentazione dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics che si svolgeranno a Montecatini e Valdinievole dal 4 al 10 giugno. Ha poi proseguito:”Sapete mettere in luce, al centro, le persone che solitamente vengono messe da parte, Special Olympics sa trovare ed esaltare le abilità di ciascun atleta che coinvolge. Non so se insieme riusciremo a cambiare il mondo, ma sono certo che oggi abbiamo fatto un grosso passo in avanti. Grazie al mio territorio che ha colto la sfida di organizzare un evento così importante”.
 
 
 
I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics 2018 rappresentano il più grande evento di sempre, per numero di atleti coinvolti, oltre 3000,  e discipline sportive proposte, 20:
 
atletica leggera, badminton, bocce, bowling, calcio a 5, canottaggio, dragon boat, equitazione, ginnastica artistica e ritmica, indoor rowing, golf, nuoto,nuoto in acque aperte, pallacanestro, pallavolo unificata, rugby, tennis,tennis tavolo, vela.
 
Sono di seguito intervenuti:
 
 
 
Giovanni Malagò, Presidente del CONI: “Osservo questa sala e noto una formidabile trasversalità del mondo sportivo: sono presenti enti di promozione, federazioni,  istituzione sportive, atleti, media. Special Olympics oggi è un’associazione benemerita del CONI ma è necessario trovare una diversa collocazione che  rispetti maggiormente la sua mission, i valori, la realtà di Special Olympics. Bisogna raccontare le storie di questi atleti che rendono il nostro mondo un po più autentico”
 
 
 
Luca Pancalli, Presidente del CIP:
 
“Grazie per questa grande casa, Special Olympics, che ha dato dignità e dimensione alle persone con disabilità intellettiva. Quello che state facendo con grande umiltà è importante per le famiglie. Per aiutare e sostenere ogni famiglia con un anello fragile e delicato lo sforzo deve essere più grande e doveroso.
 
Special Olympics svolge meritoriamente un’attività straordinaria come i prossimi Giochi Nazionali Estivi che avranno un impatto e una penetrazione sul territorio senza precedenti. Bravi per il coinvolgimento, bravi per i numeri, bravi per lo sport unificato. Quello che apprezzo di più è  la vostra funziona sociale che lascia il segno. Bravi che utilizzate lo sport per far crescere il paese.”
 
 
 
Maurizio Romiti, Presidente di Special Olympics Italia: “Questa di oggi è l’ennesima occasione emozionante per pensare ai 50 anni di Special Olympics come a un punto di arrivo che è anche un punto di partenza. La speranza è che il lavoro sul campo di gioco raggiunga la vita quotidiana di tutti noi”.
 
La conferenza stampa ha previsto in apertura un momento dedicato al 50esimo Anniversario della nascita del Movimento avvenuta nel luglio del 1968, per opera di Eunice Kennedy Shriver. Immagini legate alla storia di Special Olympics, hanno introdotto l’intervento di Filippo Pieretto, un atleta che, attraverso  il suo vissuto colmo di sofferenza e di rivalsa, ben rappresenta questo percorso che, alla cultura del tempo in cui le persone con disabilità intellettive venivano relagate negli Istituti ha risposto con un messaggio di grande speranza, di positività, di gioa, di opportunità attraverso lo sport.