La Nazionale si racconta: la storia del difensore marchigiano Luigi

28 set 2018, 14:13

Il difensore pesarese Luigi Magi, racconta la sua storia.

Ho subito l’amputazione transfemorale della gamba sinistra sei anni fa, a seguito di un tumore che mi ha colpito all’età di 15 anni.  
Ho superato la malattia senza rendermi conto che avrei potuto perdere la vita, ma la forza dei miei genitori e la presenza costante degli amici più cari ha fatto passare tutto velocemente.
Grazie a Riccardo Tondi, mio compagno di squadra, mi sono convinto a provare questa avventura e ora mi sento più forte, più sicuro e anche molto più in gamba!
Ricordo la prima volta che ho provato di nuovo a giocare a calcio: la gioia di un bambino ma con la consapevolezza di un uomo, qualcosa di indescrivibile!!

Da due anni gioco nella Nazionale Italiana Calcio Amputati. Ho partecipato all’Europeo in Turchia e ora mi sto preparando con tantissimi sacrifici ai Mondiali in Messico.

Difensore in campo ma attaccante nella vita, perché essa in fondo andrebbe affrontata sempre così, di petto. 


Vorrei ringraziare la colonna portante della mia vita, mia moglie Sonia perché, oltre ad avermi sostenuto in momenti pieni di paure ed insicurezze, mi aiuta ogni giorno a superare i miei limiti, stando al mio fianco.