Redazione
05 dic 2017, 11:56

L'Italia in evidenza nel Mondiale di Adaptive Surf in California

La Nazionale Italiana FISW Surfing torna a casa dall’ultimo appuntamento internazionale del 2017 con un altro grande successo. Dal 29 novembre al 3 dicembre si sono svolti a La Jolla, in California, gli ISA World Adaptive Surfing Championship. Per la prima volta nella storia, grazie all’incredibile prestazione di Massimiliano Mattei, quarto nella categoria Prone, l’Italia è riuscita a centrare un posto in finale ed una medaglia in questa competizione. Un successo che consacra il team, visto il decimo posto ottenuto nella classifica per Nazioni: il migliore mai ottenuto dall’Italia.

CHE AZZURRI! Il 27 novembre da Milano sono partiti in quattro: Massimiliano Mattei, Matteo Fanchini, Fabio Secci e Lorenzo Bini. Con loro un entourage degno dei grandi appuntamenti: il direttore sportivo Mirco Babini, il team coordinator Sergio Cantagalli, i coach e water assistant Nicolò Di Tullio e Tommaso Pucci.

Massimiliano è andato ogni previsione. Un risultato tanto inaspettato quanto sofferto, combattuto ed infine più che meritato, che poteva andare ancora oltre se non fosse stato per l’agguerrita concorrenza in finale, a partire dal 3 volte campione del Mondo Bruno Hansen. "Partecipare agli ISA World Adaptive Surfing Championship è un'esperienza unica al mondo – è il commento di Massimiliano -. Riuscire a portare a casa anche una medaglia mi rende ulteriormente orgoglioso e spero possa rendere orgogliose tutte le persone che ci hanno dimostrato affetto in questi giorni. Vivere questo mondiale ti porta a condividere momenti importanti con altre persone. Persone che vivono la tua stessa situazione, che arrivano da ogni parte del mondo e che condividono la tua stessa passione. Vorrei ringraziare la FISW Surfing per l'organizzazione di questa incredibile esperienza. Il loro supporto mi ha permesso di concentrarmi esclusivamente sulla prestazione e di riuscire ad ottenere la Copper Medal in finale con gli atleti più forti al mondo di questa disciplina".

Non da meno Matteo Franchini capace di arrivare fino alla semifinale di questi Mondiali e di portare a casa un quinto posto al suo debutto assoluto nella kermesse! Al suo fianco, heat dopo heat, l’atleta della Nazionale Italiana di Paddleboard Nicolò Di Tullio!

Al Roundo 2 si è conclusa invece l’esperienza mondiale per Lorenzo Bini e Fabio Secci. Una grande prestazione per entrambi impreziosita dalle prospettive di un lungo percorso atletico che li porterà lontano in questa disciplina!

IN CRESCITA “Eravamo fieri di questi ragazzi prima della partenza per La Jolla perché certi che avrebbero tenuto alto l’orgoglio italiano - è il commento di Luciano Serafica, Presidente della FISW Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard -. Volevamo fortemente una Nazionale competitiva per questa ultima kermesse del 2017 e siamo riusciti a costruirla. Continueremo a sostenere lo sviluppo di un movimento paralimpico italiano del surf che ci permetta di arrivare più che preparati all’eventuale appuntamento con le Paralimpiadi di Parigi 2024. Grazie a questi ragazzi abbiamo ottenuto un altro importante successo dopo l’argento europeo in Norvegia di ottobre. Con gli ISA World Adaptive Surfing Championship si chiude un anno vissuto al cardiopalma, intensamente, con la voglia di fare e gettare solide basi per il futuro. Si apre un anno che ci vedrà senza dubbio protagonisti della scena internazionale del surf”.

MAI ARRENDERSI “E’ stata un’emozione poter seguire questi ragazzi e condividere con loro momenti unici - è il commento di Babini - vederli all’opera è stata una gioia. La loro dedizione, la pazienza, la voglia, l’amore per questo sport. Sono stati di ispirazione per tutto il Team FISW Surfing impegnato in questa meravigliosa esperienza. Dovrebbero essere d’esempio per i molti che si arrendono davanti alle prime, banali difficoltà e rinunciano a lottare per quello che amano”.