Ivan e quella vita che cambia: "Sto imparando cose nuove"

08 gen 2019, 12:32

"Da poco mi è cambiata la vita e sto imparando cose nuove". Sono queste le parole di Ivan Conte, da Alberobello, in provincia di Bari. Un ragazzo tetraplegico che ha sempre risposto "presente" a tutte le proposte dei coach durante il Candido Junior Camp OSO di Reggio Calabria che si è svolto dal 2 al 5 gennaio. Grande forza di volontà e desiderio di sperimentare il nuovo. Anche questo è Candido Junior Camp! Anche questo vuol dire osare! OSO.

Il Candido Junior Camp OSO è una vacanza sportiva dedicata ai ragazzi con disabilità motoria dagli 8 ai 22 anni che vogliono imparare a giocare a basket in carrozzina. Rientrato tra i vincitori del bando OSO 2018, ha già portato a termine quattro tappe sparse sul territorio nazionale: Firenze e Livigno (luglio 2018), Porto Torres (settembre 2018) e Reggio Calabria (gennaio 2019). La prossima tappa sarà a Salerno, nell'estate del 2019. Nato nel 2015 a Livigno, il progetto si è arricchito di numerosi partner nel corso del tempo. Nel 2017, la tappa siciliana con la FIPIC (Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina) e la FINP (Federazione italiana nuoto paralimpico). E nel 2018, l'ampliamento grazie al contributo di Fondazione Vodafone. Organizzano la Briantea84, società campione d'Italia in carica dalla quale è nato il progetto, con la Fipic, l'ASBI e la Fondazione Candido Cannavò per lo sport, fin dal primo momento vicino all'idea. La tappa di Reggio Calabria è stata resa possibile grazie al contributo logistico della Reggio Calabria Basket in Carrozzina, società di serie B in testa al girone D.

https://www.youtube.com/watch?v=3ZXglVLuAdA