“Giochiamo a Bocce” giovedì 13 per non vedenti e ipovedenti a Monsummano

Redazione
51015 Monsummano Terme PT, Italia
13 dic 2018, 07:43

Anche al buio si può giocare a bocce e divertirsi: è questo lo spirito del pomeriggio “Giochiamo a Bocce”, in programma giovedì 13 dicembre al Bocciodromo Comunale di Monsummano Terme. A cimentarsi sulle corsie saranno ragazze e ragazzi non vedenti e ipovedenti che, grazie all’aiuto di tecnici della FIB (Federazione Italiana Bocce) Toscana, potranno approcciarsi a questo antico sport.

I tecnici si posizioneranno a bordo corsia e daranno le indicazioni necessarie (distanze e posizioni del pallino e delle altre bocce) affinché gli atleti possano indirizzare al meglio la boccia. In Toscana da anni va avanti, attraverso manifestazioni promozionali e un presidio fisso a Firenze all’U.S. Affrico, una sperimentazione delle bocce per non vedenti e ipovedenti. Il pomeriggio, coordinato dal delegato CIP di Pistoia Gianluca Ghera, inizierà alle 16 con l'attività sulle corsie del bocciodromo curata da tecnici della FIB, per terminare verso le 19 quando ci saranno le premiazioni e i saluti delle autorità.

 

PROGETTO PORTAPERTA La FIB Toscana guidata dal Presidente Giancarlo Gosti sta rilanciando e ampliando questo particolare ambito, inserendolo nel più ampio percorso di rinnovamento e apertura del movimento boccistico regionale chiamato “Progetto PortAperta”. Ad aver risposto presente è stata la Bocciofila Monsummanese del presidente Stefano Bartoletti che, con AUSER Monsummano guidata dalla Presidente Morena Traversi, ha già organizzato in primavera un’altra iniziativa dedicata alle persone con disabilità, il Memorial Borghesi per ragazzi con disabilità intellettivo-relazionale. Partner entusiasta, anche stavolta a fianco delle bocce paralimpiche, è il Comune di Monsummano Terme, che, con l’Assessore Angela Bartoletti, conferma la propria sensibilità ai temi della disabilità e dello sport paralimpico.

L’iniziativa è patrocinata dal Comitato Italiano Paralimpico Toscana, che nel Comune di Monsummano ha riconosciuto due dei sessanta Centri SportHabile, centri ideali per l’avviamento alla pratica sportiva paralimpica, dell’intera regione, di cui uno è proprio la Bocciofila Monsummanese. A sostenere l’iniziativa sono la Federazione Italiana Sport Paralimpici Ipovedenti e Ciechi e l'Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti Toscana.