Diamond of Fame, premiata la Nazionale di powerchair hockey

Redazione
Milano MI, Italia
CARD DIAMOND_4.jpg
Vincitori Diamond of Fame 2018  Arrigoni_ Valbuzzi_ Tirelli_ Muratore_Cifronti_Spinelli_Leoni.jpg
05 mar 2019, 05:54

In contemporanea con la serata di presentazione della Decima Edizione del Giro d’Italia di HandBike, al Novotel di Milano Linate si è svolta la Quarta Edizione del Diamond of Fame.

La giuria, composta dai giornalisti sportivi Claudio Arrigoni, firma del Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport, e Lorenzo Roata, Rai Sport, ha decretato che il Miglior Atleta Paralimpico della stagione 2018 è la nazionale di Powerchair Hockey.

LA MOTIVAZIONE «Il powerchair hockey è meraviglioso e fa emozionare. È uno di quegli sport che ti fa capire perché innamorarsi dello sport paralimpico. Ancora di più quando si è coinvolti con la squadra che rappresenta l’Italia. L’emozione più grande la hanno data infatti gli splendidi atleti della Nazionale nella manifestazione più importante, il Campionato Mondiale, vinto a Lignano Sabbiadoro davanti alla Danimarca. Una impresa storica per lo sport italiano tutto. Campioni del Mondo: nessuno come gli Azzurri, che hanno mostrato quanto questo sport sia cresciuto e diventi sempre più importante, grazie al lavoro di una Federazione che Antonio Spinelli ha saputo far crescere senza cercare rivoluzioni, ma con l’impegno quotidiano e la passione inarrestabile. Un successo che va a merito di tutto il movimento: giocatori, arbitri, tecnici, dirigenti, tifosi. La Nazionale italiana di powerchair hockey è un esempio di sport e di vita, non solo in Italia, ma nel mondo».

Il prezioso è ambito premio, opera del maestro Lorenzo Tirelli,  è stato consegnato nelle mani del  capitano Mattia Muratore sotto lo sguardo commosso e soddisfatto di Paolo Cifronti Team manager della nazionale italiana e di Antonio Spinelli Presidente della Federazione italiana Wheelchair hockey.

Nelle precedenti edizioni il premio è stato assegnato a: 2017 Francesca Porcellato, 2016: Federico Morlacchi, 2015: Martina Caironi.