DANIELE MALAVOLTA - VIAGGI E PASSIONE PER IL MARE

HSA Italia
63900 Fermo FM, Italia
Daniele Malavolta_1.jpg
Daniele Malavolta_2.jpg
05 giu 2018, 06:47

La storia di Daniele Malavolta è una di quelle che colpiscono … “al cuore”.

Daniele diventa tetraplegico in seguito ad un incidente nell’ottobre del 1995 e i primi anni dopo l’incidente sono stati molto duri in quanto anche la mobilità degli arti superiori non era completamente recuperata.

Il destino però ha voluto che durante i mesi di riabilitazione Daniele conoscesse una ragazza che stava iniziando il suo percorso da istruttrice subacquea e, concomitante la sua passione per il mare, Daniele ha deciso anche lui di intraprendere questa sfida: l’avventura subacquea.

A quel tempo però le possibilità erano limitate e, nonostante una prima esperienza di prova sub a Macerata, gli istruttori locali avevano difficoltà a brevettare Daniele.

Così, grazie al coordinamento di HSA Italia e l’aiuto concreto del presidente Aldo Torti, Daniele incontra Federico Burini, esperto istruttore HSA con il quale otterrà il primo brevetto sub nel 1998 alle Tremiti.

Questo percorso non è stato facile, come racconta Daniele, ma il potersi “riappropriare” dell’elemento acqua, carico di fascino, ma anche di capacità avvolgenti e protettive, è stato entusiasmante e fondamentale per il suo percorso di riabilitazione dopo l’incidente.

Anche le prime immersioni in acque libere, nel mare delle Tremiti, con Federico e tanti familiari ed amici al seguito sono stati esperienze indimenticabili che hanno segnato l’inizio di un fantastico percorso di scoperta dei fondali marini e dei suoi abitanti.

Ma l’attività subacquea ha regalato a Daniele anche molto di più. Nei primi anni del 2000, in una vacanza a Sharm con gli amici di una vita, Daniele incontra Claudia, che non solo lo accompagnerà nelle immersioni dei fondali del Mar Rosso, ma che diventerà sua compagna per la vita.

Conoscendosi per la passione comune delle immersioni, hanno iniziato il loro percorso insieme, che li ha portati a convogliare queste comuni volontà in un matrimonio subacqueo nei fantastici fondali dell’isola dell’Asinara – Area Marina Protetta – nel 2007. Il matrimonio si è svolto nella splendida cornice dell’isola, in concomitanza con un grande evento HSA ed è stato documentato da Linea Blu – RaiUno.

Da quel momento Daniele e Claudia hanno coltivato la passione immergendosi in tutti i mari del mondo, affrontando anche sfide impegnative in location difficilmente accessibili: Nuova Caledonia, Indonesia, Africa, Caraibi sono solo alcune delle loro mete! Come Daniele tiene a sottolineare, tutto questo è reso possibile da tutte le persone che ovunque, con tanto entusiasmo e altruismo, trasformano ogni difficoltà in un ostacolo facilmente superabile.

L’aggregazione, il conoscere nuove persone, il condividere è lo spirito speciale dell’attività subacquea.

Per Daniele, l’elemento acqua è importante perché abbatte le barriere ed è bello immergersi, perché permette di provare emozioni uniche. Di certo è stata una sfida “testa-corpo”, per il autocontrollo e l’autogestione, ma è una sfida che Daniele ha accolto e ampiamente vinto, insieme a tutte le persone che gli sono state a fianco.