Calcio in carrozzina elettrica, Oltre Sport: esibizioni a Rimini-Fiera il 15 giugno

06 giu 2019, 06:14

L'associazione sportiva dilettantistica Asd Oltre Sport, con sede legale a Bari e sede operativa a Trani, iscritta nel registro nazionale CONI, affiliata al CIP (Comitato Italiano Paralimpico), alla FISPES (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentale) e CSAIN (Centri Sportivi Aziendali e Industriali), opera a favore dello sviluppo e dell'inclusione sportiva per le persone con disabilità. È una delle 5 squadre italiane, la prima in Puglia, che pratica il powerchair football, calcio in carrozzina elettrica, sport innovativo diffuso a livello internazionale che nasce prevalentemente per atleti con disabilità con capacità e potenza fisica ridotta come per esempio le malattie neuromuscolari tra cui la distrofia muscolare, l’amiotrofia spinale (SMA), oppure altre patologie tipo l’osteogenesi imperfetta. Il calcio in carrozzina elettrica vanta un circuito internazionale, è presente in Italia da soli 2 anni e ora lentamente sta crescendo in diverse parti d’Italia. Bisogna crescere per raggiungere gli alti livelli delle altre Nazioni.

NELLE SCUOLE Con l'intento di sensibilizzare le nuove generazioni, l’opinione pubblica e non solo le persone con disabilità, l'ASD Oltre Sport ha creato presso la Presidenza della Regione Puglia una stretta collaborazione con la Lega Italiana Calcio Professionistico (Lega Pro). Attraverso tavole rotonde e dibattiti nelle scuole di secondo grado con video e interventi degli atleti, si racconteranno storie avvincenti di vita reale coronate da attività sportiva “nonostante tutto”. Sono storie di vita diverse ma accomunate dalle passioni che dimostrano come oggi sia possibile parlare delle “nuove normalità”.

EVENTI Pertanto, l’Asd Oltre Sport su invito dell’Associazione Italiana Allenatori di Calcio (AIAC) Onlus, parteciperà ad un doppio evento, il primo sarà il “The Coach Experience”, il 15 giugno a Rimini-Fiera, dove realizzerà un’emozionante esibizione di calcio in carrozzina elettrica. Inoltre presenzierà alla partita della fase finale del campionato di calcio dell’europeo under 21 Italia-Spagna del 16 giugno allo stadio “Renato Dall’Ara” di Bologna.

Questi due grandi eventi hanno l’intento di promuovere e diffondere questa innovativa disciplina sportiva dinanzi a persone con disabilità, allenatori, dirigenti, giocatori professionistici e agenti del grande calcio. L’obiettivo è creare una rete di lavoro che coinvolga più tipologie di operatori che lavorano intorno a questo sport e alla disabilità, per diffondere il messaggio che il calcio è davvero di tutti perché unisce, abbatte barriere e produce effetti positivi sia motori che psicologici nei confronti di chiunque pratichi questo sport nelle sue varie forme. Infatti, è scientificamente dimostrato che lo sport migliora la qualità di vita di tutti a maggior ragione se a praticarlo sono persone con gravissime disabilità.

Gli eventi patrocinati da Aiac e Uefa hanno una valenza non solo sportiva ma anche inclusiva, educativa e sociali.