Atletica: presentati gli Italian Open Championships, attesi centinaia di atleti di tutto il mondo.

Redazione
58100 Grosseto GR, Italia
30 mag 2019, 20:34

Atletica paralimpica: presentati a Grosseto gli Italian Open Championships. Attesi centinaia di atleti di tutto il mondo.

Sarà un’edizione speciale per gli Italian Open Championships. La città di Grosseto si prepara ad accogliere centinaia di partecipanti da tutto il mondo per tre giornate di gare, da venerdì 7 a domenica 9 giugno, nella sesta tappa stagionale del circuito World Para Athletics Grand Prix. Il meeting internazionale di Atletica paralimpica torna nel capoluogo maremmano per la quinta volta, dopo gli appuntamenti andati in scena dal 2013 al 2016, con lo stadio Carlo Zecchini pronto dopo i lavori di rinnovamento di due anni fa. Sono attesi 361 atleti di 38 nazioni, tra cui 67 italiani e ben 294 stranieri. Notevoli le cifre di adesione con più di 500 persone provenienti dall’estero, considerando anche tecnici, dirigenti e accompagnatori.

La manifestazione attende tutti gli Azzurri della Nazionale italiana che erano in gara agli ultimi Europei di Berlino 2018, alcuni dei quali già impegnati nella precedente edizione grossetana del 2016. Le campionesse mondiali e paralimpiche Assunta Legnante (Anthropos Civitanova, getto del peso F11) e Martina Caironi (Fiamme Gialle, 100 metri e salto in lungo T63) guidano un folto gruppo di atleti tra cui i campioni europei in carica Oney Tapia (Fiamme Azzurre, lancio del disco F11) e Giuseppe Campoccio (Paralimpico Difesa, getto del peso F33). A dare lustro all’evento ci penseranno star internazionali di grande fama del calibro dello statunitense David Brown, pluricampione mondiale nei 100 T11, dell’algerino Abdellatif Baka, oro alle Paralimpiadi nei 1500 T13 con un tempo più veloce rispetto alla finale olimpica, e di Aliaksandr Tryputs, portabandiera bielorusso ai Giochi di Rio, tutti iscritti all’evento.

Gli Italian Open Championships presenteranno un ricco programma di eventi collaterali che coinvolgeranno non solo la zona dello stadio, ma l’intera città di Grosseto. Grazie alla stretta collaborazione con il Comune di Grosseto e la società Atletica Grosseto Banca Tema, oggi si inaugura la mostra fotografica L’insuperabile è imperfetto di Marco Mantovani, fotografo ufficiale FISPES che esporrà le immagini, in bianco e nero, nelle vetrine dei negozi del centro storico di Grosseto fino al termine della manifestazione. Da venerdì 7 giugno, prima giornata di gare, sarà aperto il Villaggio FISPES Oltremodoltre, che tra lo stadio Zecchini e il campo scuola Bruno Zauli ospiterà stand dedicati a vari settori merceologici. Ci sarà anche uno spazio dedicato alle attività ludico-motorie di bambini e ragazzi offerto da Decathlon Italia.

Lo stand FISPES metterà in esposizione, oltre al merchandising federale e modelli di carrozzina versatile e di RaceRunning, i disegni dei bambini dell’Istituto Comprensivo Grosseto 3 che hanno partecipato al concorso Atletica paralimpica, i miei campioni. #disegnami. Al Villaggio sarà anche presente una postazione di Rai Radio 1 e Rai Radio 1 Sport, media partner dell’evento, che trasmetterà in diretta le sue rubriche settimanali arricchite dalle storie degli atleti della Nazionale italiana e delle star internazionali.

Alla presentazione ufficiale del Grand Prix presso la sala consiliare del Comune di Grosseto, il Presidente FISPES Sandrino Porru dichiara: “Siamo felici di questo ritorno a Grosseto che ci permetterà di capitalizzare quanto seminato negli anni precedenti e culminato con gli Europei del 2016. Spero che questa manifestazione, dai numeri assolutamente importanti, consolidi i rapporti con le istituzioni locali e possa aprire sempre di più alla valorizzazione delle persone e della loro diversità. Sarà uno dei primi test importanti per i nostri atleti, nonché una vetrina delle capacità organizzative della Federazione a livello mondiale. Il confronto con un livello tecnico di tale portata metterà alla prova giovani promesse, seconde linee e tanti atleti italiani, utile metro di valutazione anche per il lavoro delle nostre società affiliate”.