Assegnati i titoli della spada Paralimpica

Redazione
Milano MI, Italia
10 giu 2018, 12:42

Sotto gli occhi dei membri del Comitato Esecutivo della FIE, si è conclusa la terza giornata di gara dei Campionati Italiani Sorgenia Milano2018. Un sabato milanese particolarmente intenso, che ha visto l'assegnazione dei titoli tricolore individuali di fioretto femminile, spada maschile e sciabola maschile.

 

Nel fioretto femminile, ad aggiudicarsi il titolo tricolore ed anche il trofeo "Marta Russo", è stata Alice Volpi. La fiorettista senese delle Fiamme Oro, dopo aver fermato sul 15-12 in semifinale il tentativo di rimonta della campionessa italiana under17 ed under20 Martina Favaretto del Club Scherma Mestre Livio Di Rosa, ha vinto l'assalto di finale contro Francesca Palumbo dell'Aeronautica Militare per 15-9, festeggiando così il suo primo titolo tricolore della carriera. Terzo posto anche per Valentina De Costanzo che nel derby di semifinale contro l'altra portacolori dell'Aeronautica, Francesca Palumbo, è uscita sconfitta per 15-7.

La gara di fioretto femminile ha visto anche il ritorno in pedana, dopo 22 mesi dalla gara olimpica di Rio2016, della plurititolata Elisa Di Francisca. La jesina ha concluso al quinto posto, dopo la sconfitta ai quarti contro Valentina De Costanzo per 15-11.

 

Marco Fichera invece conquista il titolo italiano di spada maschile ed il trofeo "Carlo Carnevali". Lo spadista siciliano delle Fiamme Oro ha superato in finale il sempreverde cubano Andrea Carrillo del Club Scherma Bari con il punteggio di 15-7. In semifinale Fichera aveva fermato l'altro portacolori delle Fiamme Oro, Valerio Cuomo per 15-10, mentre Carrillo aveva avuto ragione di Federico Marenco del Circolo Scherma Giuseppe Delfino di Ivrea col punteggio di 15-12.

 

Infine, nella sciabola maschile, Enrico Berrè mette in bacheca il suo quarto titolo in carriera, il secondo consecutivo. La finale ha visto il derby tra i due portacolori delle Fiamme Gialle, Enrico Berrè ed Alberto Pellegrini, con il primo che ha avuto ragione col punteggio di 15-13 in rimonta.

Terzo posto per Giovanni Repetti dell'Esercito, eliminato da Berrè in semifinale per 15-8, e per Luca Curatoli delle Fiamme Oro, sconfitto 15-13 da Pellegrini.

 

Si sono svolte oggi anche le gare di scherma paralimpica con le prove di spada maschile, categorie A, B e C, e di spada femminile, categorie A, B e C.

Spada maschile | Paralimpica

Nella categoria A, a vincere il titolo italiano è stato Emanuele Lambertini delle Fiamme Oro che, così come nel fioretto maschile, supera in finale il portacolori della Scherma Treviso, Matteo Dei Rossi col punteggio di 15-5. Terzo posto per Edoardo Giordan, altro atleta delle Fiamme Oro, fermato 15-7 in semifinale da Lambertini, e per Samuele Manzoni della Zinella Schera, superato 15-5 da Dei Rossi.

Lorenzo Major della Zinella Scherma ha invece trionfato nella gara di spada maschile categoria B. L'emiliano, dopo aver superato in semifinale Davide Carloni dell'Accademia Groane per 15-9, ha sconfitto 15-12 Davide Costi della Pentamodena. Stop in semifinale per Graziano Magro del Circolo della Spada Maestro Marcello Lodetti, fermato da Davide Costi per 15-14.

Infine, il titolo italiano di spada maschile categoria C è andato a William Russo. Lo spadista del Club Scherma Palermo ha avuto la meglio dapprima in semifinale su Martino Seravalli delle Fiamme Oro per 15-8, in un remake della finale di fioretto di ieri vinta dal livornese, e poi in finale ha superato Stefano Orsi dell'Accademia Groane per 15-11. Sul podio anche il portacolori della Chiti Pistoia, Simone Innocenti, sconfitto da Stefano Orsi col punteggio di 15-13.

 

 

Spada femminile | Paralimpica

Marcella Li Brizzi del Club Scherma Palermo si è aggiudicata il titolo tricolore di spada femminile categoria A. La palermitana, dopo aver superato Sofia Della Vedova della Scherma Bergamo in semifinale per 15-12, ha avuto la meglio in finale su Sara Bortoletto del Circolo della Spada Bassano col punteggio di 15-8. Terzo posto per Sofia Brunati del Club Scherma Lecco fermata dalla Bortoletto in semifinale per 12-11.

Nella categoria B festeggia invece Alessia Biagini del Club Scherma Pisa Antonio Di Ciolo. La toscana si è aggiudicata la finale sulla portacolori del Cs Partenopeo, Rossana Pasquino per 8-4. In semifinale Alessia Biagini aveva vinto per 15-6 il match contro Matilde Spreafico del Club Scherma Lecco per 15-6, mentre Rossana Pasquino aveva superato 15-3 Arianna Palmieri del Circolo della Spada Rimini.

Nella categoria C, infine, Consuelo Nora delle Lame Rotanti Torino bissa il titolo tricolore di fioretto, grazie al successo in finale su Allegra Magenta dell'Accademia Groane col punteggio di 15-5. Sul podio anche Monia Bolognini della Zinella Scherma, sconfitta 15-5 da Allegra Magenta, e Alessandra Bochicchio dell'Accademia Groane, sconfitta 15-4 da Consuelo Nora.

 

La giornata milanese ha visto la riunione del Comitato Esecutivo FIE, presso l'hotel Principe di Savoia. I membri del Comex, guidato dal Presidente Alisher Usmanov, hanno affrontato un ordine del giorno che ha visto, tra i vari punti, anche l'analisi dei Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Verona2018 e la programmazione dei Campionati del Mondo Assoluti Budapest2019.

 

Al Mi.Co. di Fieramilanocity, in contemporanea con le gare, si sono svolte oggi anche due importanti iniziative: la presentazione del saggio di Nicla Vassallo dal titolo "La Donna non esiste" con un contributo della studiosa e schermitrice master Adriana Albini ed il convegno dal tema "Vincere dentro e fuori pedana: sana alimentazione e corretti stili di vita", promosso dall'Associazione Italiana Ricerca sul Cancro.