Altri due ori dai Mondiali di scherma

11 nov 2017, 20:09

Penultima giornata di gare dei Campionati del Mondo di scherma paralimpica Roma2017 da incorniciare, con le quattro medaglie arrivate dalle formidabili stoccate azzurre.

Luca Pancalli, presente a tutte le gare: "Oggi abbiamo avuto l'ennesima dimostrazione che i sacrifici e il lavoro ripagano sempre, congratulazioni vivissime agli schermitori azzurri per aver dato lezioni di scherma al resto del mondo. Una giornata capolavoro, che si somma alle quattro precedenti e prelude a domani, che speriamo sia una chiusura altrettanto scoppiettante. Esaltanti le prove di tutti, dal team di sciabola di Alessio, Edoardo, Marco e Andrea a quello di fioretto di  Beatrice, Loredana, Andreea. Poi Consuelo e William, che orgoglio! A emozioni così forti non ci si abitua mai".

L'Italia di sciabola maschile è strepitosa medaglia d'oro ai danni della Russia, battuta 45 a 40, grazie alle prove magistrali di Edoardo Giordan, Alessio Sarri, Andrea Pellegrini e Marco Cima.
Prima, il quartetto azzurro ha sconfitto ai quarti la Polonia per 45-32 e poi, spinta dal gran tifo di casa, ha superato anche la Grecia, numero 1 del tabellone, col punteggio di 45-38.

Nel fioretto femminile, la squadra bronzo ai Giochi Paralimpici di Rio2016 e composta dall'iridata Bebe Vio e da Loredana Trigilia e Andreea Mogos, è medaglia d'oro dopo aver battuto in semifinale Hong Kong per 45 a 39 e in finale la Russia per 45 a 23.

Le altre due sono di bronzo ed arrivano da William Russo, sul podio nel fioretto maschile categoria C e da Consuelo Nora che bissa il terzo posto del fioretto, anche nella spada femminile categoria C.

Russo è stato fermanto in semifinale per 15-6 dal russo Alexander Logutenko. Il palermitano si era garantito un posto sul podio, grazie al successo ai quarti per 11-10 sull'altro russo Sergey Barinov.
Si è fermato invece ai quarti Martino Seravalli sconfitto 15-3 anche lui da Alexander Logutenko, mentre Claudio Radicello è stato eliminato dopo la fase a gironi.

Nella spada femminile categoria C, Consuelo Nora ha bissato la medaglia di bronzo conquistata ieri nel fioretto femminile, fermandosi, così come ieri, al cospetto della russa Ksenia Ovsyannikova per 15-12.  L'azzurra aveva ottenuto il pass per le semifinali dopo aver sconfitto 15-1 la georgiana Diana Jishiashvili. Stop ai quarti per Annamaria Soldera, superata 15-1 dalla tedesca Lotz-Lange e per Monia Bolognini, fermata sul 15-5 anche lei dalla russa Ksenia Ovsyannikova.