Redazione
11 nov 2017, 20:09

Altri due ori dai Mondiali di scherma

Penultima giornata di gare dei Campionati del Mondo di scherma paralimpica Roma2017 da incorniciare, con le quattro medaglie arrivate dalle formidabili stoccate azzurre.

Luca Pancalli, presente a tutte le gare: "Oggi abbiamo avuto l'ennesima dimostrazione che i sacrifici e il lavoro ripagano sempre, congratulazioni vivissime agli schermitori azzurri per aver dato lezioni di scherma al resto del mondo. Una giornata capolavoro, che si somma alle quattro precedenti e prelude a domani, che speriamo sia una chiusura altrettanto scoppiettante. Esaltanti le prove di tutti, dal team di sciabola di Alessio, Edoardo, Marco e Andrea a quello di fioretto di  Beatrice, Loredana, Andreea. Poi Consuelo e William, che orgoglio! A emozioni così forti non ci si abitua mai".

L'Italia di sciabola maschile è strepitosa medaglia d'oro ai danni della Russia, battuta 45 a 40, grazie alle prove magistrali di Edoardo Giordan, Alessio Sarri, Andrea Pellegrini e Marco Cima.
Prima, il quartetto azzurro ha sconfitto ai quarti la Polonia per 45-32 e poi, spinta dal gran tifo di casa, ha superato anche la Grecia, numero 1 del tabellone, col punteggio di 45-38.

Nel fioretto femminile, la squadra bronzo ai Giochi Paralimpici di Rio2016 e composta dall'iridata Bebe Vio e da Loredana Trigilia e Andreea Mogos, è medaglia d'oro dopo aver battuto in semifinale Hong Kong per 45 a 39 e in finale la Russia per 45 a 23.

Le altre due sono di bronzo ed arrivano da William Russo, sul podio nel fioretto maschile categoria C e da Consuelo Nora che bissa il terzo posto del fioretto, anche nella spada femminile categoria C.

Russo è stato fermanto in semifinale per 15-6 dal russo Alexander Logutenko. Il palermitano si era garantito un posto sul podio, grazie al successo ai quarti per 11-10 sull'altro russo Sergey Barinov.
Si è fermato invece ai quarti Martino Seravalli sconfitto 15-3 anche lui da Alexander Logutenko, mentre Claudio Radicello è stato eliminato dopo la fase a gironi.

Nella spada femminile categoria C, Consuelo Nora ha bissato la medaglia di bronzo conquistata ieri nel fioretto femminile, fermandosi, così come ieri, al cospetto della russa Ksenia Ovsyannikova per 15-12.  L'azzurra aveva ottenuto il pass per le semifinali dopo aver sconfitto 15-1 la georgiana Diana Jishiashvili. Stop ai quarti per Annamaria Soldera, superata 15-1 dalla tedesca Lotz-Lange e per Monia Bolognini, fermata sul 15-5 anche lei dalla russa Ksenia Ovsyannikova.